Hospitality Summit 2022

Temi di cui parla il ramo.

Varie relazioni, interviste e tavole rotonde assicurano il trasferimento di conoscenze e mostrano opportunità e soluzioni per il settore. L’attenzione sarà concentrata sulle questioni future, le opportunità attraverso la digitalizzazione, l’innovazione e la sostenibilità, così come le conseguenze e le sfide dei conflitti e delle crisi geopolitiche e via dicendo. L’interessante programma sarà integrato da un forum finanziario, da una discussione con albergatori e albergatrici internazionali sul tema «We believe in» e da un evento serale in cui sarà premiato l’«Albergatore/Albergatrice dell’anno 2022».

All’Hospitality Summit del 1° e 2 giugno responsabili decisionali e opinion maker del ramo parleranno di modalità, prospettive, soluzioni e tendenze per il futuro. Gli highlight del programma comprendono tra l’altro i seguenti punti:

Crisi geopolitiche oggi e domani
Erich Gysling, esperto politico e strategico
Martin Nydegger, direttore di Svizzera Turismo

Il futuro in tempi turbolenti
Harry Gatterer, direttore di Zukunftsinstitut

«What’s next?»
Dietmar Dahmen, futurologo ed esperto di innovazione

Tavola rotonda «Turismo e settore alberghiero – una prospettiva»
tra gli altri André Lüthi, direttore di Globetrotter Travel Service

Posizionamento nello spazio digitale
Marion Marxer, responsabile del corso di studi CAS Multichannel Excellence HWZ

Tavola rotonda con albergatori e albergatrici internazionali «We believe in»
tra gli altri Cyril Aouizerate, fondatore MOB HOTEL e MOB HOUSE

L’Hospitality Summit sarà curato da Maria Victoria Haas e Roman Mezzasalma.